Berlino e la musica Techno

 In Cultura, Musica, Storia

Berlino e la musica Techno sono due parole difficilmente scindibili, infatti si dice che Berlino sia la capitale europea della musica elettronica. Club famosi come il Berghain, il Tresor o il Kater Holzig (oggi Kater Blau) hanno reso famosa la cultura dei club della capitale tedesca in tutto il mondo, per non parlare di innumerevoli piccoli club che non compaiono nelle guide ufficiali. Si tratta di una fama che fonda le sue origini alla fine degli anna 90 ed è relazionata con la caduta del Muro

La caduta del muro

L’inizio del rapporto tra la musica Techno e la città di Berlino sono gli anni adiacenti alla caduta del Muro. Mentre ero alle elementari di Berlino Ovest e ascoltavo Michael Jackson e Madonna, un uovo suono giungeva a Berlino da Detroit negli Stati Uniti. Gruppi come Underground Resistance (UR) hanno trovato nella capitale tedesca la cornice perfetta: una città nel caos della riunificazione. Dopo la caduta del Muro, a Berlino come in molte altre città della Repubblica Democratica Tedesca (DDR), vi era incertezza sui diritti di proprietà e sulle responsabilità amministrative. Soprattutto a Berlino Est, dove si trovavano innumerevoli case abbandonate e nessuno sapeva bene a chi appartenessero ora che il muro era scomparso e con esso lo stato che lo aveva costruito. Questo vuoto di autorità è stato il terreno fertile per l’apertura dei primi club nell’ex Berlino comunista, alcuni semi-legali, altri illegali. Le persone occupavano spazi dove potevano ballare al ritmo di quel nuovo suono e anche se alcuni di quei club avevano una breve esistenza, altri esistono ancora oggi.

Gli inizi del Club Tresor: 30 brani di grande successo

La musica Techno come veicolo di integrazione

Berlino e la Techno si fondono perfettamente dopo la caduta del Muro. Al di là dell’euforia di quel momento storico e della demolizione di un confine fisico, c’era ancora una distanza emotiva e un confine culturale tra Oriente e Occidente. Erano gli anni in cui le persone erano Ossi o Wessi (termini sprezzanti rispettivamente per i cittadini dell’est e dell’ovest). Io, giovane ragazzo della Berlino occidentale (Wessi) ricordo che gli orientali mi sembravano strani a causa dei loro vestiti e acconciature mentre noi venivamo precipiti dai berlinesi orientali come arroganti.

Quarant’anni di vite parallele ma diametralmente opposte avevano lasciato il segno nelle mentalità, nei linguaggi, nei gusti e nelle mode dell’Oriente e dell’Occidente. Ma improvvisamente la techno ha fatto irruzione, qualcosa di nuovo e contemporaneo per entrambi.

Le differenze sono state diluite nella musica elettronica e l’esperienza congiunta è diventata un fattore integrante e comune, sia dentro i confini berlinesi dia fuori dalla città. Alcuni dicono che negli anni ‘90 la techno abbia fatto di più per l’integrazione delle due Berlino di qualsiasi programma politico. Questo è ciò che si legge nel libro che voglio presentarvi.

Il libro

 

Il libro “Der Klang der Familie. Berlino, la techno e la caduta del Muro” (Der Klang der Familie – Berlin, Techno und die Wende – Felix Denk, Sven von Thülen, Suhrkamp editore, 2014.  Per il momento tradotto in inglese, tedesco e spagnolo, presto arriverà la versione italiana) contiene le testimonianze di importanti protagonisti da entrambi i lati della città. Testimoni diretti che offrono il loro personale punto di vista su quegli anni di sperimentazione musicale e culturale.

Il libro è strutturato in tre capitoli cronologici: gli anni Ottanta, 1990-1991 e 1992-1996, e scritto in forma di intervista. Da più punti di vista si disegna come la techno passi dall’essere un movimento di nicchia a diventare la colonna sonora della riunificazione. Le testimonianze permettono di immergersi in un’atmosfera berlinese segnata dalle dinamiche della città separata del Muro verso un nuovo futuro ricco di possibilità e di nuove libertà.

“Berlin y el techno” di Jonas Bluhm – articolo originale nel Blog spagnolo delle guide di Vive Berlin e.G. – tradotto liberamente su concessione dell’autore.

Le visite guidate di Vive Berlin Tours in italiano madrelingua Berlino Est e Berlino Alternativa non si limitano semplicemente a raccontare il perché sia stato costruito il Muro di Berlino o a parlare meramente di Arte Urbana ma ti raccontiamo anche storie come questa, storie essenziali di Berlino che sono quelle che davvero ti aiutano a conoscere e capire la città!

Per scoprire di più sulla storia e la cultura berlinese segui il tour in italiano:

Berlino_Insispansabile

Vive Berlin Tours: la miglior maniera di conoscere la città!

Post recenti

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca